ottobre 22, 2015 0

“UNICUIQUE SUUM”

By paolotosti in Parole/Words, Storia Archivio/Archive

Anna Dell’Agata

“UNICUIQUE SUUM”   / Pineto degli Abruzzi / agosto 2015

“….. Da un artista colto e selvaggio a un maestro scultore serio e classico. Tale mi appare Paolo Tosti nella sua rigorosa, matematica e raffinata ricerca formale. E questa classicità della forma, sempre essenziale  e scandita in diedri dal gioco delle ombre, mossa da energie e tensioni verticali e orizzontali, a volte in un gioco armonioso di composizioni variabili, mi ricorda l’avanguardia storica più pura e nuova: quella che lega cubismo e costruttivismo, il russo Tatlin, uno dei più geniali inventori dell’avanguardia e mi compiaccio nel considerare questa nobile eredità storica in simmetria tra le generazioni di inizio e fine del XX secolo.

Paolo Tosti, giovane docente di Discipline plastiche nel Liceo Artistico di Fano, è figlio dello scrigno d’arte e cultura di Urbino, dove ha fatto l’Istituto d’Arte, diplomandosi in grafica pubblicitaria e Fotografia e poi il diploma di scultore nell’Accademia di Belle Arti.

Dal rinascimento ha ereditato, oltre alle sintesi formali derivate dai solidi platonici, l’amore per la pietra e il marmo, blocchi cui dà forma per sottrazione e cura  nel gioco prezioso e decorativo delle venature e delle superfici.   Un maestro scultore di pietre e marmi, ammirevole per l’energia paziente dei tempi ben più lunghi di lavorazione, rispetto alla grafica e alla fotografia,  e per il magistrale studio inventivo delle forme. Di bella qualità sono poi  le elaborazioni grafiche, non piccole del 2003, in cui l’umile  bitume su carta crea consonanze con la scultura di idee e ricerca di bellissimi equilibri compositivi.

Un grazie a Paolo Tosti per i doni della sua classica arte e lavoro.”